Brexit Archivio

Italia al bivio: morire di austerità o uscire dall’euro

Si diceva che la strada per l’inferno è lastricata di buone intenzioni. Nel caso dell’euro potrebbe essere così, sempre che non si scopra un domani – nemmeno troppo lontano – che invece esisteva un piano che prevedeva

Alberto Bagnai: “L’euro è la catastrofe, non la brexit”

“La Gran Bretagna ha fatto una cosa giusta: sganciarsi da una realtà economica fallimentare”. “Non si parla più di Brexit perché i dati sono positivi. Mostrare che chi esce sta meglio, è qualcosa che i media non

Stanno cercando di distruggere la Brexit. Ecco i nomi

Secondo Paolo Barnard, ci sono segnali che ci indicano che due forze dall’interno della Gran Bretagna stanno tentando di stroncare Brexit.

Brexit, in Gran Bretagna è boom economico

Uk, la Brexit è una festa, vendite al dettaglio +5,9%. Depressione post Brexit? Niente affatto, i consumatori britannici hanno invece festeggiato.

La crisi italiana non è bancaria, ma è da euro

Da Marketwatch, un breve ed incisivo articolo sulla crisi bancaria italiana: quella che sta vivendo l’Italia non è la classica crisi bancaria innescata dallo scoppio di una bolla; le banche, gestite per altro in modo molto cauto

Banche italiane in crisi per salvare sistema francese e tedesco

Vi propongo un’analisi su cui riflettere, per l’ombrellone. Purtroppo nessuno si fa la domanda di cui al titolo, nessuno si chiede perché siamo vicini al fallimento del sistema bancario nazionale, come ben ci ricorda il ministro ceco

La Troika scarica Renzi e gli altri leader. Ecco cos’hanno in mente

“Draghi vuole un Nuovo Ordine Mondiale che i populisti ameranno odiare”: così “Bloomberg” all’indomani del Brexit.

Boris Johnson e Nigel Farage hanno lasciato. Ecco perché

All’indomani delle decisioni di Boris Johnson di non concorrere alla successione di David Cameron come Premier e di Nigel Farage di non voler più essere il leader di UKIP, si sono sentite sui media europei ed italiani

L’Ue sta affogando nelle sue divisioni

L’onda lunga della Brexit è appena partita e già la debolezza di Bruxelles sta rischiando di farsi paralisi, con passi indietro e rinvii, dagli accordi commerciali come quello con il Canada alle decisioni sui conti di Spagna

La Gran Bretagna potrà vivere senza bail in e fiscal compact

Alla fine il Brexit è giunto: i favorevoli all’uscita del Regno Unito hanno vinto contro ogni speranza degli eurocrati  e dei filo Ue, che si sono lasciati andare al peggio del peggio.