Il quotidiano inglese “The Guardian” pubblica una lettera ricevuta e sottoscritta da numerosi rappresentanti di istituzioni britanniche, tra cui finalmente anche numerosi esponenti del partito comunista e sindacalisti. Finalmente anche i rappresentati dei lavoratori trovano il coraggio