Il si al referendum porterà ad un aumento delle tasse. Ecco perché

Anticipo le conclusioni: votare SI al referendum sarebbe un suicidio, non per nulla Prodi lo auspica, fu lui a cacciarci in questo ginepraio solo per (lui) far carriera in Europa (magari non c’entra nulla ma va ricordato che anche Prodi è un ex Goldman di Sachs, ndr).

Forse non avete capito la logica renziana. Non preoccupatevi, è normale, certamente nessuno vi ha spiegato cosa c’è dietro. Permettetemi: Renzi, affamato di potere, si gioca oggi il tutto per tutto per restare al suo posto. Ad esempio, aver fatto firmare un contratto ad Alibaba (il portale stile Amazon di Pechino) per il Made in Italy venduto in oriente non vi dice tutto, magari in futuro scopriremo che qualche decimo di punto percentuale del fatturato è stato contrattualmente previsto per evitare i falsi (…). A vantaggio dell’Italia? Chi lo sa, in ogni caso Renzi punta restare in sella per raccogliere tutti i vantaggi per/in nome del paese (sarà vera gloria?, …).

Insomma, l’ex sindaco fiorentino da una parte fa finta di andare mediaticamente contro l’EU mentre in realtà è solo apparenza pro domo suo, per restare in sella è disposto a tutto. Ed infatti si è sia già venduto all’Europa, ormai è un dato di fatto.

Ad esempio, le sfide verbali con l’EU, “non vi dò i soldi per i migranti” e fregnacce del genere: tutte balle mediatiche per abbindolare l’opinione pubblica pre referendum, la sostanza semplicemente non esiste. O il fatto che abbia abbassato le tasse, tutte balle in realtà le ha alzate più di Monti. L’unica cosa di cui siamo certi è il che oltre a non aver supportato Trump facendo parte a tutti gli effetti (anche culturali) del clan Clinton, non ha perso l’occasione per mettere alla berlina il presidente eletto degli States, addirittura un suo ministro (Gentiloni) ha criticato aspramente e gratuitamente il futuro presidente USA. Secondo voi non ci saranno conseguenze? Io non penso.

Forse non avete capito la logica renziana. Non preoccupatevi, è normale, certamente nessuno vi ha spiegato cosa c’è dietro. Permettetemi: Renzi, affamato di potere, si gioca oggi il tutto per tutto per restare al suo posto. Ad esempio, aver fatto firmare un contratto ad Alibaba (il portale stile Amazon di Pechino) per il Made in Italy venduto in oriente non vi dice tutto, magari in futuro scopriremo che qualche decimo di punto percentuale del fatturato è stato contrattualmente previsto per evitare i falsi (…). A vantaggio dell’Italia? Chi lo sa, in ogni caso Renzi punta restare in sella per raccogliere tutti i vantaggi per/in nome del paese (sarà vera gloria?, …).

Insomma, l’ex sindaco fiorentino da una parte fa finta di andare mediaticamente contro l’EU mentre in realtà è solo apparenza pro domo suo, per restare in sella è disposto a tutto. Ed infatti si è sia già venduto all’Europa, ormai è un dato di fatto.

Ad esempio, le sfide verbali con l’EU, “non vi dò i soldi per i migranti” e fregnacce del genere: tutte balle mediatiche per abbindolare l’opinione pubblica pre referendum, la sostanza semplicemente non esiste. O il fatto che abbia abbassato le tasse, tutte balle in realtà le ha alzate più di Monti. L’unica cosa di cui siamo certi è il che oltre a non aver supportato Trump facendo parte a tutti gli effetti (anche culturali) del clan Clinton, non ha perso l’occasione per mettere alla berlina il presidente eletto degli States, addirittura un suo ministro (Gentiloni) ha criticato aspramente e gratuitamente il futuro presidente USA. Secondo voi non ci saranno conseguenze? Io non penso.

Scenarieconomici.it

Aggiungi un commento

You must be logged in to post a comment.