La scelta della Merkel che fa esplodere l’Europa

Brexit non deve avere alcun effetto sull’Europa, parola di Angela Merkel che oggi lunedì 27 giugno incontrerà François Hollande, Matteo Renzi e Donald Tusk per fare il punto dopo il referendum sull’uscita della Gran Bretagna dalla Ue.

Secondo un retroscena sul Corriere della Sera, la Cancelliera vuole che le trattative con Londra siano ordinate e gli obiettivi precisi anche perché la Gran Bretagna resta un partner nella Nato e all’ Onu. La Merkel, in vista del Consiglio europeo di martedì e mercoledì insisterà con i colleghi per aprire un colloquio con David Cameron sulle pratiche del divorzio che potrebbero durare due anni. Una questione rilevante sarse prima fare la separazione formale e solo dopo discutere un nuovo rapporto di collaborazione o se fare procedere le operazioni in parallelo.

Poi c’è un’alta questione: il futuro dell’Europa, a partire dal rilancio del Migration compact. Hollande e Renzi, però, vorranno affrontare il tema dell’attenuazione delle regole del patto di Stabilità. La loro linea contro l’Austerity è appoggiata anche dal vicecancelliere Sigmar Gabriel e dal presidente del Parlamento europeo Martin Schulz, entrambi della Spd, partito alleato di governo di Merkel. Ma Frau Merkel se su finanza ed economia, sarà più flessibile, difficilmente lo sarà sulla revisione del Patto di stabilità. Non va toccato, metterebbe in pericolo l’Eurozona. Ma il vento sta cambiando.

Tratto da Liberoquotidiano.it

Aggiungi un commento

You must be logged in to post a comment.