“La follia dei mercati porterà a tasse più alte o alla guerra”

capitalismo porta a guerra

Durissimo l’avvertimento lanciato da Paul Tudor Jones, che secondo Forbes è tra gli investitori più ricchi al mondo: “Il capitalismo deve basarsi sulla giustizia e non sulle grandi e crescenti divisioni economiche”.

“Questo divario tra l’1% e il resto dell’America, e tra gli Stati Uniti e il resto del mondo, non può durare e non durerà,” ha avvertito il rinomato trader Paul Tudor Jones, nella classifica degli investitori più ricchi del mondo, secondo Forbes, durante un suo recente intervento ad una conferenza TED in Canada. Tudor Jones ha affrontato la questione del capitale, sperando di espandere le “definizioni strette di capitalismo” che minacciano le fondamenta della società.  “Siamo nel bel mezzo di una mania del mercato disastrosa”, ha avvertito “una delle peggiori della mia vita”. “Forse la cosa più inquietante”, conclude, “è che storicamente questa si concluderà con una rivoluzione, tasse più alte o guerre. Nessuno è sulla mia lista.”

Durante il suo discorso, Tudor Jones, che ha una ricchezza stimata di 4,6 miliardi dollari, ha elogiato il capitalismo. “E’ un sistema che amo per i successi e le opportunità che ha offerto a me e ad altri milioni di persone.”

Negli ultimi decenni, tuttavia, c’è stato un cambiamento. “Ho visto un sacco di cose folli nei mercati … E purtroppo sono triste nel segnalare che in questo momento potremmo essere in una delle situazioni più disastrose della mia carriera.”

“E’ il modo in cui abbiamo buttato l’umanità fuori dalle nostre aziende”, ha detto, spiegando che apprezziamo le persone in base al loro reddito.

In questo momento, i profitti delle imprese negli Stati Uniti sono ai massimi di tutti i tempi. Ma questo, ha detto Tudor Jones, sta aumentando le disparità di reddito.

“Margini di profitto più elevati non aumentano la ricchezza sociale. Quello che realmente fanno è esacerbare le disuguaglianze di reddito, e non è una buona cosa.”

Tudor Jones ha avvertito che la disuguaglianza del reddito negli Stati Uniti è “letteralmente fuori scala”, e sta per portare a “grandi problemi sociali”, come aspettative di vita più bassa, gravidanze in età adolescenziale, e tassi di alfabetizzazione più basso.

La sua soluzione è quella di sostenere la giustizia nel comportamento delle imprese.

“Ora il capitalismo è stato responsabile di ogni grande innovazione che ha fatto questo mondo un luogo più stimolante e meraviglioso in cui vivere,” ha detto Tudor Jones. “Il capitalismo deve basarsi sulla giustizia e la moralità e mai più sulle grandi e crescenti divisioni economiche… Io non sono contro il progresso. Ma da una maggiore ricchezza dovrebbe venire, deve venire … una maggiore responsabilità sociale delle imprese. Quando riusciremo a mettere giustizia alla pari con i profitti, otterremo la cosa più preziosa del mondo. Avremo indietro la nostra umanità”.

Tudor Jones ha recentemente fondato Just Capital, un’organizzazione no profit con la missione di aiutare le aziende ad utilizzare gli input dei cittadini per scoprire i criteri che definiscono la giustizia. Quest’anno intervisteranno 20.000 americani e dovrebbero rilasciare i risultati nel mese di settembre, ha annunciato Tudor Jones

“Forse scopriremo che la cosa più importante per le persone è la creazione di posti di lavoro con salari dignitosi o la realizzazione di prodotti sani, il rispetto dell’ambiente”, ha spiegato. “In Just Capital non lo sappiamo. Non siamo noi decidere. Abbiamo fiducia al 100% negli americani”.

Hanno in programma di rilasciare il sondaggio ogni anno. Alla fine, classificheranno le aziende sulla base dei dati che raccolgono.  La speranza, ha spiegato, è che le risorse umane ed economiche saranno attratte verso quelle aziende, che saranno le più prospere.

 

Leggi dalla fonte originale lantidiplomatico.it

Aggiungi un commento

You must be logged in to post a comment.